Filicudi vacanza e turismo isole eolie
  • Notturna di Pecorini mare, luna piena ad Agosto 2014
  • Il porto di Filicudi
  • La Canna
  • Villaggio preistorico
  • Fichi d'India
  • Punta Perciato
  • Samuele, il pi famoso pescatore dell'isola
  • Pecorini Mare
  • La Canna, Monte Nassari
  • Tipica mulattiera filicudara
  • Stefano
  • Spaghetti
  • Immersioni subacquee

Come vivere l' isola tutto l' anno.

Il turista vi arriva in estate, quando è il periodo di riposarsi e di godersi una vacanza in totale e pieno relax. La trasparenza del suo mare e dei suoi fondali, le tinte dei suoi tramonti, le poche spiagge a sassolini la rendono selvaggiamente intrigante. Da sempre e' infatti meta degli amanti della pesca subacquea e/o d' altura anche per la cospicua presenza delle secche di polipi e cernie. Ma Filicudi non è solo tintarelle, passeggiate sui lungomari e pescate di totani sotto un cielo vanitoso che mette in mostra le sue stelle. Nei restanti mesi che non siano estivi, si cambia d'abito: rinnova i suoi colori, i suoi profumi, e nonostante il mare e i suoi effetti non suscitino lo stesso interesse della calda stagione, non perde il fascino di isola magica. Le presenze dei villeggianti sono sporadiche, ma per il curioso turista che vi sbarca in un periodo insolito come quello autunnale o primaverile è un' occasione imperdibile per conoscere e vivere l' isola in un rapporto a tu per tu. Già da Ottobre chiunque sposta l'attenzione dal livello del mare a quello dell'aperta campagna per ammirarne dall'alto il territorio e per esplorare altre sfaccettature dell'isola delle Felci. Il visitatore occasionale, per questo motivo, passeggia per le mulattiere saracene o percorre i sentieri, certo quelli meno impervi, che conducono a Zucco Grande, Fontanella, Ficarrisi, Seccagni e Fossa Felci. Solo in tal modo può ammirare e compiacersi delle meraviglie isolane. Raggiungere a piedi questi siti, anche dietro l'isola, significa molto, per il semplice turista che ricerca una sorta di dialogo con essa o indaga per uno scambio ancora più intimo con la natura tutta . La terra vulcanica già dalle prime piogge si prepara a supplire, se non ad eccellere, sul mare e sui suoi frutti: come una sfida senza vincitori né vinti, si alternano, mare e terra, a porgere generosamente i loro prodotti naturali. Non a caso in inverno, il mare e i suoi scogli, brulicanti di pesci, polipi e patelle, fanno spazio all' energica campagna che si lascia apprezzare a tavola per le verdure spontanee, i funghi, gli asparagi e i porri. Le proprietà biologiche e conosciute di questi ortaggi , sono molto gradite e per mesi alimentano anche le pietanze delle poche anime che vivono tutto l' anno sul posto. Il calore e la semplicità degli abitanti si respira ogni giorno e fa sentire il villeggiante come un appartenente alla piccola comunità. La facilità poi, con cui si socializza, spalleggia il sentirsi relegati e fuori dal mondo durante le lunghe permanenze sull'isola forzate dal cattivo tempo. Le sere infatti, sono sempre più lunghe fino a quando la primavera non picchia alle porte per richiamare l'attenzione ai momenti all' aperto, ma non per questo le ore serali si rivelano noiose e insensate. Dopo il crepuscolo la quiete domina e rilassa anche gli spiriti più temerari e il silenzio intorno si fa padrone e spavaldo su tutto. Si rende magico, intimo, si fa complice per ritrovare se stessi. Suscita emozioni, esterna curiosità, ambizioni e bisogni, che spesso altrove non ricevono espressione . Non sono pochi infatti, coloro che si lasciano conquistare dagli effetti collaterali di un innocente giro turistico su di un' isola delle Eolie come Filicudi e che decidono di trascorrerci un intero anno e/ o persino un' intera esistenza rinunciando alla vita più frenetica, ma agiata della città. (G.F. riproduzione riservata)

 

Offerte dal sito Vulcano Vacanze
  • Last minute Luglio in CASETTA SOLE - (Case Da Anna)
    Ultime disponibilitā in CASETTA SOLE da Anna: dal 5 Luglio al 12 Luglio (non compreso) Euro 22,00 a persona per notte. Per maggiori dettagli sull'offerta: telefonare a Anna cell.3478871131 oppure 3898769702. Possibili anche brevi soggiorni (minimo due notti).  

    leggi tutto »

  • Offerta per il mese di Luglio - (Case Fabrizio Rando)
    In ampio monolocale con terrazzo, dove č possibile pranzare e fare barbecue, č disponibile la seguente offerta speciale per il mese di Luglio:   200 euro a settimana incluso il motorino.

    leggi tutto »

  • Standard Room - (La Canna Hotel)
    Per chi prenota una standard con trattamento di sola camera tra il 13 ed il 31 luglio sconto del 20%. Offerta valida dal 05 al 12.07.2015. Codice Estate al nare di Sicilia

    leggi tutto »

L'isola di Filicudi ..

.. ha due porti: quello principale e quello di Pecorini Mare,utilizzato dalla nave proveniente da Napoli o come porto di riserva in caso di emergenza. Suddivisa in più contrade collegate tra loro da una strada carrabile e da numerose antiche mulattiere, l'isola è abitata da circa 200 "filicudari".

Nella zona del porto è ubicato l'hotel Phenicusa, che ospita l'Apogon Diving Center ed il Filicudi Wildlife Conservaton (primo pronto soccorso per le tartarughe marine delle Isole Eolie). A poca distanza è aperto nel periodo estivo un centro estetico, una piccola boutique, il rinomato ristorante Da Nino sul mare che è anche bar, pasticceria e che offre panoramiche e confortevoli camere in affitto con vista nella rada di Filicudi. A seguire il Museo Archeologico (sezione del Museo Bernabò Brea di Lipari), "A Putia", la farmacia, il Centro Nautico dov'e' possibile noleggiare gommoni barche e scooter, il supermercato, il bar ristorante Hippocampus, la ferramenta appena impiantata sull'isola la cui indiscussa utilita' è stata subito apprezzata da residenti e turisti, ed infine il ristorante La Tana "Pani e vinu". Il fronte del porto si chiude con un ampio piazzale adibito a parcheggio ed a ricovero temporaneo di barche.
La spiaggia del porto, costituita da grosse pietre – per la verità piuttosto scomode se si e' privi di teli da mare e/o materassini – si estende dall'hotel Phenicusa fin quasi a Capo Graziano nella zona delle macine, all'incirca sotto la zona del villaggio preistorico dov'e' possibile ammirare le antiche costruzioni dei primi abitanti dell'isola.
Una comoda strada rotabile collega la zona del porto alla parte più centrale dell'isola – via Rosa, dove hanno sede la Guardia Medica, indispensabile presidio medico molto apprezzato, l'hotel La Canna, apprezzato per la qualità dei servizi per il ristorante che fino a qualche anno addietro era condotto magistralmente da Emma Merlino e che oggi continua ad essere meta preferita di turisti e crocieristi, per la vista panoramica sul porto e per la comodissima ed ampia piscina-solarium a disposizione dei clienti, il bar ristorante pizzeria pensione Villa La Rosa, dove quasi ogni sera d'estate si tengono spettacolini e serate danzanti. Per la posizione centrale e la piacevole accoglienza degli affabili gestori, Villa La Rosa è di fatto un punto di riferimento per tutti coloro che si trovano sull'isola, punto di incontro naturale per villeggianti e filicudari, che ha ispirato Adelaide Rando a scrivere il libro "Vado da Lucia": Lucia è la storica proprietaria di Villa La Rosa, che ha oggi ceduto la gestione ai figli Adelaide, Daniela e Stefano Rando.
Da via Rosa la strada si snoda su due diverse direzioni: una è quella che conduce a Val di Chiesa, antico insediamento dove sorge una delle due chiese di Filicudi, dov'e' abitualmente festeggiato il patrono Santo Stefano. L'altra strada conduce a Pecorini, dove sono ubicati l'altra chiesa dell'isola e l'Ufficio postale; lungo la via si incontra il ristorante Il Boschetto. Poco distante, in località Canale, si raccordano varie mulattiere dalle quali si possono raggiungere le altre frazioni dell'isola. A Canale ha sede la caserma dei Carabinieri, sicuro punto di riferimento per gli isolani ed i turisti. .
A Pecorini Mare il tempo sembra essersi fermato: un piccolo, incantevole borgo tra mare e montagna, raggiungibile attraverso una strada carrabile ed una comoda mulattiera, in estate intasato dalle barche che lì convergono alla ricerca di una boa per la notte o semplicemente per vivere l'esperienza dell'happy hour al Saloon dei fratelli Triolo, un punto di ritrovo ormai mitico per tutti coloro che vogliono l'aperitivo informale, immersi in una folla che non ci si aspetta, in un clima amichevole e festoso che solo in quella zona si ricrea magicamente ogni anno. Pecorini ospita due piccole boutique, due centri nautici: I Delfini e Marcopolo presso i quali noleggiare barche, scooter ed attrezzature per immersioni subacquee. La Sirena, con il suo rinomato ristorante, offre anche alcune camere con un'incantevole vista sul mare. Spingendosi più avanti, dove la natura comincia a riprendere il sopravvento sull'opera umana che qui non è mai troppo invadente, si trovano lo Yachting club e Lidalina, un lido sul mare realizzato nel 2011 molto rilassante e perfettamente incastonato nella natura.
Il nostro giro dell'isola a terra finisce qui. Segnalateci eventuali dimenticanze e/o modifiche per gli opportuni aggiornamenti.
Il giro prosegue pero' dal mare, incantevole, cristallino, senza traccia di inquinamento, con una rara trasparenza che consente di avvistare il fondale anche allontanandosi dalla riva. Il giro dell'isola in mare va fatto noleggiando una barca o un gommone, si effettua in almeno due ore ed offre la possibilità di vedere la vicino panorami incantevoli, meta di gran parte dei crocieristi delle Eolie. Le coste di Filicudi sono infatti ricche di piccole insenature e spiaggette, molto carine e riservate che offrono scorci di rara bellezza. Aggirarsi tra gli scogli Giafante, La Canna, Monte Nassari, della Fortuna, Cacato, oppure visitare l'interno della Grotta del Bue Marino sono esperienze di grande fascino che solo poche isole dell'arcipelago possono offrire. Infine, la visita subacquea al Museo archeologico sottomarino e' un must che solo l'isola di Filicudi può offrirvi in tutto l'arcipelago. Ma anche il giro dell'isola da terra, da programmare in più giornate, offre un'esperienza unica percorrendo le antiche mulattiere che conducono in brevissimo tempo anche nelle zone piu' impervie dell'isola, in assoluta sicurezza. Da non perdere l'escursione a Zucco Grande (circa 2 ore a/r) e quella a Stimpagnato, punto panoramico in zona Pecorini raggiungibile dalla strada in circa 10 minuti, dal quale osservare lo spettacolo del tramonto su Alicudi e su La Canna.
Ci sarebbe molto altro da dire dell'isola di Filicudi, noi la amiamo e descriviamo il lato migliore, quello che interessa ai vacanzieri. Ma non siamo in grado di descrivere l'atmosfera che qui si respira: molti definiscono Filicudi "l'isola magica", ed un motivo ci sara'. Forse contribuiscono la mancanza di un'illuminazione pubblica che crea un'atmosfera unica e che consente di ammirare un cielo stellato che sembra esistere solo qui, il silenzio nel quale ci si trova immersi nonostante l'operosità degli isolani, il senso di pace offerto dal clima e dal panorama, le feste e gli eventi che si svolgono in un clima di assoluta tranquillità, senza quella invadente gaiezza che comunque è possibile ritrovare in alcune zone dell'isola.